SAME rinnova la gamma Argon con 4 modelli più potenti

Non solo più potenti, i nuovi modelli sono ricchi di contenuti tecnologici all’avanguardia, solitamente riservati ai trattori di maggior potenza

294

Argon rappresenta, per il marchio SAME, la gamma più piccola tra quelle espressamente concepite per gli impieghi più pesanti di pieno campo. Si contraddistingue per la grande maneggevolezza, l’elevata robustezza e un’estrema semplicità e immediatezza d’uso, inoltre costituisce l’ideale completamento del parco macchine per le aziende medio-grandi, ma anche un perfetto trattore multifunzionale per quelle di minori dimensioni. Massima versatilità e grande adattabilità, dalle lavorazioni del terreno, alla fienagione e alla pulizia delle stalle: queste le principali peculiarità della gamma Argon.

I quattro nuovi modelli della gamma Argon di SAME – Argon 70, Argon 80, Argon 90 e Argon 100 – sono disponibili in versioni a 2 o 4 ruote motrici e sono equipaggiati con motori da 65 a 97 CV (da 48 a 71 kW) di potenza massima. Si fa subito notare il gradevole look futuristico, in cui spicca il nuovo cofano monolitico in lamiera d’acciaio, sotto al quale è stato completamente rivisto il layout. Ora c’è un serbatoio del gasolio da ben 75 litri, un filtro dell’aria PowerCore da 8 pollici (disponibile anche con eiettore di polveri), un pacco radiatori maggiorato e soprattutto il nuovo cuore dei SAME Argon, ovvero il modernissimo propulsore FARMotion common rail fino a 2.000 bar da 3 cilindri, con turbocompressore, intercooler e ventola viscostatica. La conformità al livello Stage III B in tema di riduzione delle emissioni inquinanti è ottenuta con la sola adozione del catalizzatore DOC. Le curve di erogazione di potenza e coppia sono state specificamente studiate per l’ambito agricolo, con valori di tutto rispetto: il regime massimo è di soli 2.200 giri/min; sull’Argon 80 la riserva di coppia è di ben il 43%, mentre sull’Argon 100 la coppia massima raggiunge il ragguardevole valore di 369 Nm, a 1.600 giri/min.

Tutti i nuovi SAME Argon sono ampiamente configurabili in funzione delle diverse esigenze, a partire dalla trasmissione, offerta in due versioni. La prima prevede una velocità massima di 30 Km/h (anche a regime economico motore) con trasmissioni a 4 rapporti (12+3 con creeper o 8+8 con inversore meccanico). La seconda si basa invece su trasmissioni a 5 rapporti per 3 gamme (15+15), e permette di raggiungere i 40 km/h a soli 1.800 giri/min,
mentre con la marcia più bassa e il motore a pieno regime è possibile marciare a soli 298 metri allora. Sulle versioni a 40 km/h, sono di serie sia l’innesto elettroidraulico della trazione anteriore che quello dei differenziali anteriore e posteriore. Un’ulteriore miglioria introdotta nelle trasmissioni dei SAME Argon è il montaggio di speciali guarnizioni a tenuta stagna, per un impiego sicuro e durevole anche in situazioni difficili, come quelle in risaia.

La PTO posteriore è disponibile in 4 diverse configurazioni, a partire da quelle più popolari, ossia la 540 giri/min e la 540 ECO a cui è possibile aggiungere in opzione la modalità 1.000 giri/min oppure quella sincronizzata con il cambio.

Importanti novità anche per l’impianto frenante: a richiesta ora è possibile installare la linea di frenatura idraulica per il rimorchio, già conforme alle ultime direttive in ambito di sicurezza. Nelle versioni 2WD i freni a dischi multipli a bagno d’olio sono montati sull’asse posteriore, mentre sugli Argon a 4 ruote motrici sono presenti su tutte le ruote.

L’impianto idraulico a centro aperto è disponibile con due portate differenziate della pompa (42 o 50 litri al minuto) e offre da 2 a 6 vie posteriori, controllate meccanicamente. In ogni caso è prevista una pompa a ingranaggi indipendente per il circuito di sterzo. Il potente sollevatore posteriore con attacco a 3 punti di cat. II offre una capacità massima alle rotule di 2.500 kg, implementabili in opzione fino a 3.500 kg.

Il posto guida è stato riprogettato, e ora offre un maggiore comfort grazie al tunnel ribassato; nuovi anche i comandi, che sono ancora più comodi e semplici da usare, anche grazie all’ormai nota “logica a colori” di casa SAME. Anche il cruscotto e il pratico display analogico-digitale sono stati rivisitati, per fornire all’operatore in modo comprensibile e immediato, tutte le informazioni sullo stato del trattore.

A protezione dell’operatore, in caso di ribaltamento, è disponibile un roll-bar a 2 montanti posteriori parzialmente abbattibili, a richiesta completati da un tettuccio parasole.

Le zavorrature previste in opzione per le ruote posteriori sono ad anello, per un totale di 180 o 360 kg aggiuntivi, mentre all’anteriore è possibile arrivare con quelle “a valigetta” sino a 260 kg (inclusi i 20 kg del supporto portazavorre).

A protezione dell’operatore, in caso di ribaltamento, è disponibile un roll-bar a 2 montanti posteriori parzialmente abbattibili, a richiesta completati da un tettuccio parasole.

Le zavorrature previste in opzione per le ruote posteriori sono ad anello, per un totale di 180 o 360 kg aggiuntivi, mentre all’anteriore è possibile arrivare con quelle “a valigetta” sino a 260 kg (inclusi i 20 kg del supporto portazavorre).

Caratteristiche tecniche:

70 80 90 1000
Motore FARMotion FARMotion FARMotion FARMotion
Emissioni Stage III B Stage III B Stage III B Stage III B
Cilindri/Cilindrata 3/2.887 3/2.887 3/2.887 3/2.887
Potenza massima (CV) 65 75 88 97
Coppia massima (Nm) 292 342 354 369
Passo 2RM/4RM (mm) 2.166/2.100 2.166/2.100 2.166/2.100 2.166/2.100
Carico massimo ammissibile 2RM/4RM (Kg) 3.800/4.800 3.800/4.800 3.800/4.800 3.800/4.800
SAME