Dal campo aperto ai trattori compatti, fino ai macchinari specializzati per frutteti e vigneti e alle tantissime attrezzature a servizio del ciclo agronomico sostenibile.  Tra le novità esposte in fiera il prototipo della serie 7000, abbinato alla seminatrice da cereali con erpice rotante da 6 metri MSD 2.0 COMBI 600 mix di performance, efficienza e versatilità.

L’ampia offerta di ARBOS, tra i produttori di macchine agricole in crescita nel panorama globale, è il fiore all’occhiello dell’azienda italiana, costantemente impegnata nello sviluppo di nuove soluzioni per supportare il lavoro degli agricoltori. Dalle trattrici alle attrezzature, l’obiettivo della full-line di ARBOS è sempre quello di soddisfare appieno le esigenze dell’agricoltura moderna, attraverso l’ottimizzazione del ciclo agronomico e il governo di un sistema macchina-attrezzatura sempre più connesso e complesso. Prodotto di punta allo stand (Padiglione 4, stand F002) è il prototipo 7260, appartenente alla nuova serie 7000, che si svela al SIMA nella sua forma semi definitiva. Infaticabile ed efficiente sui consumi, grazie al motore Stage V FPT 6 cilindri con overpower fino a 280 CV, la serie 7000 di trattori a campo aperto sfrutta una trasmissione definita “implement powershift” che garantisce efficienza e flessibilità in ogni applicazione. Anche la cabina non si presta a critiche: massima ergonomia e silenziosità con ampi volumi e visibilità fuori standard.

ARBOS: full line
ARBOS: full line

Protagonisti allo stand, tra la vasta gamma di soluzioni ARBOS per trattori a campo aperto, sono anche i modelli della serie 5000, nello specifico 5100 e 5130, vincitore del Red Dot Award 2017. Entrambi i prodotti si contraddistinguono per una trasmissione modulare, semplice ed efficiente, allineata alle migliori soluzioni tecniche di robustezza e affidabilità a tutta prova, come testimoniano i feedback degli utilizzatori finali, che ormai da mesi ne sfruttano il potenziale. Stile e funzionalità anche all’interno della cabina, accogliente nelle lunghe giornate di lavoro, in un riuscito mix di visibilità, ergonomicità e massima sicurezza.

Riflettori puntati anche sulle gamme 2000 e 3000 nella categoria dei trattori compatti. Semplice, versatile, robusto e “verde” è 2035, ideale per il cliente privato e per il professionista della manutenzione dei manti erbosi. Seguono 3050, la gamma ideata per impieghi specialistici più differenti, dal campo alle lavorazioni tra filari di vigneti e 3055, la linea studiata in conformità con la nuova norma TMR che offre affidabilità, qualità e performance.

ARBOS 4100 Q

Altro pezzo forte di ARBOS al SIMA è la serie 4000, specializzata per frutteti e vigneti, presente in diverse varianti dimensionali, tutte rispondenti alle più severe normative di emissioni (Tier IIIb) e sicurezza (TMR).  Nel segmento 90-110 CV, la punta di diamante è 4110 Q, che racchiude tutti i plus di una macchina progettata per la lavorazione in filare: compattezza, manovrabilità e baricentro basso, con la sua cabina Low Profile, il sollevatore elettronico e un’idraulica full specs. Il modello 4100 AF non fa poi rimpiangere i trattori più strutturati: bilanciato e compatto, grintoso e infaticabile è il compagno ideale per lavorare senza pensieri. Principale esponente della serie 4000 E è poi 4100 E, il trattore isodiametrico, ideale per operare in tutta sicurezza nelle situazioni più ardue, grazie al motore a sbalzo e all’impareggiabile stabilità.

In perfetta combinazione con la gamma di trattori, a spiccare tra le attrezzature allo stand è MSD 2.0 600 COMBI, la seminatrice per cereali combinata con erpice rotante pieghevole che consente una larghezza di lavoro di 6 metri e, abbinata alla serie 7000, rappresenta il cantiere di lavoro heavy duty perfetto per le grandi colture cerealicole francesi. Nota di merito anche per UST, l’innovativo modello per semina diretta sotto-superficiale, tecnica agronomica in crescita dove si investe sullo sviluppo sostenibile del terreno e dove l’elemento di semina “alare” di UST effettua, in una sola passata, la semina, la fertilizzazione e il diserbo meccanico del terreno. Chiudono la gamma delle seminatrici esposte: MSD 2.0 600 Elektro, la seminatrice di precisione per cereali con dosaggio elettrico, dotata di RACS – Rear Automatic Control Speed, il sistema – brevettato dal Gruppo – di misurazione automatica della reale velocità di avanzamento che si adatta a ogni deformità del terreno; MS 8230 12 file Elektro, seminatrice di precisione a trasmissione elettrica che migliora le performance di semina ad elevate velocità e infine MSO, la seminatrice pneumatica di precisione per ortaggi.

ARBOS MSD 2.0 COMBI
ARBOS MSD 2.0 COMBI

Non finisce qui. A fianco delle seminatrici anche UNICA PVI 9 file, la sarchiatrice con telaio a ripiegamento idraulico perfetta anche per gli spostamenti frequenti su strada o da un campo all’altro; ROCK M2 300/7, i ripuntatori adatti a condizioni di lavoro gravose e intense; MCA-W Elektro, lo spandiconcime perfetto per la distribuzione di concimi chimici e granulari tra i filari di frutteti e vigneti e infine MD 1700, pensata per lo spargimento del concime a file, molto usata in Francia nelle colture di grano e colza.

È una presenza realmente a 360° quella di ARBOS a SIMA, frutto di un lavoro di ampliamento gamme condotto con entusiasmo e dedizione. Questo resta infatti l’obiettivo primario del Gruppo che punta ad accrescere sempre più il valore della propria offerta, attraverso l’impegno continuo nell’ambito della Ricerca & Sviluppo, del Made In Italy di qualità e della distribuzione innovativa nei mercati internazionali.

ARBOS